Fajã da Caldeira do Santo Cristo

GR01 SJO Grande Percorso Di São Jorge 01 - São Jorge

Trail Info

Il GR01 SJO Grande percorso di São Jorge 01 copre circa metà dell’isola, costituendo un tracciato lineare che collega l’estremo est dell’isola, Topo, alla Fajã dos Cubres, sulla costa nord, con una lunghezza totale approssimativa di 40 km.

Si tratta di un percorso che alterna tratti sull’altipiano della zona interna, dove sono nati i coni vulcanici che hanno poi generato l’isola, e tratti sui pendii scoscesi e molto alti che incombono  sulle piccole aree piane situate al livello del mare, costituendo i paesaggi emblematici di São Jorge: le famose fajãs.

Non appena possibile, approfittate delle zone balneari disseminate lungo il percorso; nei nuclei urbani o rurali che attraverserete sarà invece conveniente rifornirvi di tutto il necessario per la vostra camminata e ritemprare le vostre forze.

Questo grande percorso è suddiviso in due tappe, lunghe all’incirca 25 km e 15 km, rispettivamente. Dovrete pianificare la vostra camminata in base alle vostre condizioni fisiche, alla vostra disponibilità di tempo e ai vostri interessi specifici. Esistono luoghi dove è possibile pernottare (vari agriturismi e un ostello), ma ricordate che il campeggio libero non è permesso.   

Contorno

Informazioni

Categoria - Lineare
Difficoltà - Difficile
Estensione - 41.5 km
Tempo medio - 11h30
Download

GR SJO 01 Tappa 1 Topo- Fajã dos Vimes (CHIUSO)

Lunghezza:25 km

Tempo medio di percorrenza: 5 ore e 30 minuti

Nei giorni seguenti a forti piogge, evitare il percorso Lourais/Fajã dos Vimes, data la difficoltà di attraversamento dei torrenti ingrossati.

La tappa inizia ai piedi del faro di Ponta do Topo, con la sua veduta sull’isolotto di Topo e sull’isola di Terceira. Senza allontanarvi dalla costa, seguirete i segnali che vi condurranno al centro del paese. Dopo aver superato il Convento Francescano di São Diogo, proseguirete fino al porto turistico, passando dalla casa signorile chiamata Solar dos Tiagos, un edificio ottocentesco classificato di interesse pubblico. Dopo averlo visitato, continuerete il vostro cammino verso sinistra e, dopo essere passati davanti ad un posto di avvistamento delle balene, prenderete una strada sterrata, anche questa a sinistra.

Questo percorso lungo la costa sud passerà da Santo Antão e São Tomé; inizierete poi a scendere  sul sentiero di Saramagueira fino alla Fajã di São João, di cui apprezzerete le viuzze strette e acciottolate. Passerete di fronte alla chiesa andando verso Lourais, attraversando piccoli campi coltivati che, man mano che si sale, cederanno il posto ai boschi.  

Prima di Lourais dovrete attraversare il torrente detto Ribeira do Salto, poi passerete attraverso il paese e continuerete a camminare, stavolta in discesa, su una strada sterrata verso la Fajã dos Bodes.

Quando sarete arrivati al torrente chiamato Ribeira dos Cedros, dovrete attraversarlo con cautela, dato che il fondo è molto scivoloso.  Continuerete la camminata godendo della vista sulle isole di Pico e di Faial, sulle fajãs dos Bodes e dos Vimes e sul paese di Calheta. Arrivati alla Fajã dos Bodes, seguirete i segnali lungo la costa fino ad arrivare alla Fajã dos Vimes.

Scenderete fino al porto turistico, dove termina la tappa e dove potrete fare un bagno.  A partire da qui esiste un collegamento con altri punti dell’isola, seguendo il sentiero PR 09 SJO Fajã dos Vimes – Fragueira – Portal.

In questa fajã è possibile visitare un’officina di artigianato, dove vengono tessute le tradizionali coperte di São Jorge, e provare un caffè che è coltivato, raccolto e tostato sul luogo.

GR SJO 01 Tappa 2 – Fajã dos Vimes – Fajã dos Cubres

Lunghezza: 15 km

Tempo medio di percorrenza: 6 ore

Quessa tappa collega la Fajã dos Vimes (costa sud) alla Fajã dos Cubres (costa nord). Lungo il percorso, ogni volta che dovrete passare attraverso un cancello, apritelo pure, ma ricordatevi di richiuderlo dietro di voi.

Inizierete a camminare su un sentiero che sale verso Serra do Topo. All’incrocio andate a destra, oppure prenderete la deviazione a sinistra per Fragueira (3,4 km tra andata e ritorno, sul percorso PR 09 SJO Fajã dos Vimes – Fragueira – Portal), per poter visitare le rovine della casa del direttore d’orchestra e compositore Francisco de Lacerda.

Arrivando sulla strada asfaltata, girerete a destra, passando per una fonte conosciuta come Fonte da Água Azeda. Pochi metri dopo, prenderete un sentiero a sinistra, salendo sulla falesia grazie ad una scalinata in pietra, in genere ombreggiata da un boschetto di pitosfori  (Pittosporum undulatum). Verso la fine della scalinata il suolo può essere fangoso e/o scivoloso, per cui si raccomanda l’uso di scarpe adeguate.

Quando arriverete ad un cancello, girerete a sinistra e prenderete un sentiero bordeggiato da ortensie (Hydrangea macrophylla) che termina sulla strada regionale, vicino al parco eolico di Serra do Topo. Proseguirete fino a trovare l’indicazione per la Fajã de Santo Cristo, e percorrerete un sentiero in discesa verso Caldeira de Cima. Attraverserete il ponte detto ‘da Tia Júlia’ e poi, con cautela (dato il suolo scivoloso) prenderete la deviazione a destra che vi porterà alla Cascata Pequena (la ‘cascata piccola’).

Proseguirete poi verso la fajã, passando dal Santuario del Senhor Santo Cristo e e dal Centro di Interpretazione Ambientale. Qui potrete visitare la laguna detta Lagoa da Caldeira de Santo Cristo, una zona classificata come Paesaggio Protetto, luogo di grande interesse culturale e paesaggistico.

Continuerete poi a camminare sempre vicini alla costa, passando per la Fajã dos Tijolos e per la Fajã do Belo: quest’ultima fu abitata fino al terremoto del 1980. A questo punto, già potrete vedere, in lontananza, la Fajã dos Cubres, il luogo in cui termina questa tappa, accanto alla chiesa di Nossa Senhora de Lourdes.