Fajã da Caldeira do Santo Cristo

Grande percorso di Graciosa - Graciosa

Trail Info

Il Grande percorso di Graciosa copre gran parte dell’isola mediante un itinerario circolare che alterna i paesaggi della costa, arricchiti dalle vedute sui numerosi isolotti, ai paesaggi vulcanici tipici dell’interno dell’isola, totalizzando circa 40 km.

Questo percorso è articolato in due tappe, di circa 20 km ognuna. La prima di esse, che collega la zona della Barra (Santa Cruz da Graciosa) e la frazione di Luz, permette di ammirare le zone costiere orientali e meridionali dell’isola, più dolci nella zona di Praia e caratterizzate da alte e scoscese falesie in coincidenza con la Ponta da Restinga. Meritano di essere evidenziate le Riserve Naturali degli Isolotti di Praia e “de Baixo”. Ed anche lungo questa tappa è possibile apprezzare il paesaggio vulcanico più emblematico dell’isola – quello di Caldeira –  potendo visitare, all’interno del cratere, una grotta chiamata Furna do Enxofre, un’ importante cavità vulcanica alta circa 40 m e lunga  194 m, al cui interno esiste un lago.

La seconda tappa, tra la frazione di Luz fino all’inizio della Barra, presenta come principali attrazioni la Caldeirinha de Pêro Botelho, un pozzo vulcanico profondo 25 m, situato sulla Serra Branca, in un luogo che è un autentico belvedere predisposto dalla natura, da cui si  vede quasi tutta l’isola, la valle tra il Massiccio Centrale e il Massiccio di Caldeira, e le cosidette relheiras, cioè i solchi che gli antichi carri trainati dai buoi hanno inciso sul suolo lavico, nella zona di Fontes.

Dovrete pianificare la vostra camminata secondo le vostre condizioni fisiche, interessi e diponibilità. Esistono sul percorso vari luoghi in cui pernottare, tra cui vale la pena segnalare alcuni antichi mulini a vento, oggi riadattati come alloggi turistici in spazio rurale.

Contorno

Informazioni

Categoria - Circolare
Difficoltà - Medio
Estensione - 40 km
Tempo medio - 14h00
Download

Tappa 1 Barra/ Praia / Luz (Est)

Lunghezza: 17,7km 

Tempo medio di percorrenza: 7 ore

La prima tappa del Grande percorso di Graciosa ha inizio nella zona della Barra, a Santa Cruz, e permette di conoscere gran parte della zona orientale dell’isola, andando a finire nella zona di  Luz.

Vicino alla costa, seguirete i segnali fino a trovare una strada d’accesso ai pascoli. Al bivio, prenderete la destra, passando per la località di Fontes e vedendo anche alcuni mulini a vento.  Al secondo incrocio andrete ancora a destra, prestando attenzione alle relheiras (antiche tracce di carri trainati da buoi) che si trovano incise sul terreno. Attraverserete la strada (EN1-2) passando da un belvedere sull’isolotto di Praia e sulla Caldeira.

Scenderete camminando sulla strada fino a Lagoa,  poi girerete a sinistra (cioè verso est), vicino al litorale, fino ad arrivare a Praia, luogo in cui diversi mulini sono stati trasformati in alloggi turistici. Continuerete fino a trovare un sentiero a destra che sale verso la Caldeira. Arrivati in cima, proseguirete verso sinistra, per fare il giro del cratere e da lì osservare tutta l’isola.

Quando arriverete davanti ad cartello con frecce che indicano la strada per Luz, a sinistra, potrete scegliere, invece, di continuare dritti, potendo così visitare i pozzi vulcanici di Maria Encantada, d’Água e Abel e, all’interno della Caldeira, il pozzo chiamato Furna do Enxofre, una delle principali attrazioni turistiche di Graciosa. Da qui esistono collegamenti con altri punti dell’isola, attraverso il sentiero PRC 02 GRA Giro della Caldeira/Furna do Enxofre. Tornando indietro fino all’indicazione stradale per Luz, scenderete su una stradina sterrata, attraversando un bosco di pitosfori (Pittosporum undulatum) che andrà cedendo terreno ai campi coltivati. Arrivati sulla strada, passerete davanti alla chiesa e la vostra tappa terminerà all’interno della frazione di Luz.

Tappa 2 – Luz / Caldeirinha / Barra (Ovest)

Lunghezza: 22,3km

Tempo medio di percorrenza: 7 ore

Prenderete la strada per Carapacho, poi girerete a destra percorrendo un sentiero fino alla linea costiera, e continuerete a camminare fino all’insenatura conosciuta come Baía da Folga. Sorpasserete la cappella dedicata a Santo Antonio, tornando alla frazione di Luz; da qui, andando nuovamente verso la costa, raggiungereta la Baia do Filipe. Continuerete a camminare sulla strada, girando poi a sinistra su un sentiero che sale verso la Caldeirinha de Pêro Botelho. Questo sentiero, che conduce a campi coltivati, pascoli e recinzioni in pietra che racchiudono delle viti, incrocia varie volte la strada (EN1-2). Salirete fino alla Caldeirinha, avendo il parco eolico alla vostra sinistra, e farete il giro di questo cono vulcanico, che vi permetterà di godere del panorama.

Seguirete i segnali stradali, andando verso est, e girerete a sinistra, prendendo il sentiero chiamato Jorge Nunes. Una volta arrivati sulla strada, andrete a destra, verso la località Barro Branco, e da qui a sinistra, aggirando la base della Serra das Fontes e camminando in mezzo agli eucalipti (Eucalyptus globulus). Incrocerete la strada EN1-2 per Lagoa e andrete a sinistra, fino ad un belvedere sull’isolotto di Praia e sulla Caldeira.

Continuerete il cammino percorrendo una stradina sterrata che, dopo aver incrociato la EN1-2, diventa una strada secondaria. Potrete osservare le relheiras (antichi solchi incisi sul suolo dai carri trainati dai buoi). Ad ogni bivio che troverete mantenetevi a destra, fino ad arrivare alla zona della Barra, dove questa tappa ha termine.